Tasso variabile indicizzato al tasso refi-BCE

Con il Decreto Legge n. 185/2008, meglio conosciuto come Decreto Anti-Crisi, lo Stato offre alle famiglie un aiuto per poter sostenere al meglio il pagamento del proprio mutuo.
Tra le varie disposizioni normative sancite nel Decreto Anti-Crisi, viene introdotta la possibilità di stipulare mutui garantititi da ipoteca per l'acquisto della prima casa indicizzati al tasso refi-BCE*.

Trattandosi di un finanziamento a Tasso Variabile a tutti gli effetti, durante il periodo di ammortamento, la misura del tasso e di conseguenza l'importo delle rate potrebbero subire variazioni (in aumento o in diminuzione), in funzione dell'andamento del tasso refi-BCE che, sicuramente, risulta essere meno volatile rispetto al tasso variabile Euribor (generalmente utilizzato per i finanziamenti a tasso variabile).

Vantaggi per il Cliente:
  • maggiore stabilità del paramentro di riferimento;
  • più facile consultazione in quanto il tasso refi-BCE è  oggetto di "pubblicità" da parte dei media (TV,radio, etc…) ogni volta che viene modificato.
* Tasso sulle operazioni di rifinanziamento principale della Banca Centrale Europea.

Se sei interessato ad un finanziamento, contatta una delle nostre Filiali oppure chiedi maggiori informazioni inviando una e-mail all'indirizzo mutui@carilo.it
Le Filiali Carilo sono a tua disposizione per un preventivo personalizzato.
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rimanda alle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare Offerto a Consumatori (dove sono riportati anche alcuni esempi) a disposizione presso le Filiali Carilo e sul sito www.carilo.it. La concessione dei finanziamenti ed il rilascio dei servizi sono soggetti a valutazione ed approvazione da parte di Carilo.