Trasferibilità automatica dati dei mutui

La procedura interbancaria per la trasferibilità dei dati del mutuo è stata attivata il 31 maggio del 2008 allo scopo di consentire una più efficace, veloce e sicura operatività interbancaria nelle operazioni di portabilità dell'ipoteca nei contratti di mutuo. Ciò grazie all'impiego di sistemi di colloquio elettronici standardizzati per la trasferibilità del dato relativo all'importo del debito residuo del cliente e di quello relativo alla data di formalizzazione dell'operazione.

A seguito dell'entrata in vigore della nuova formulazione dell'art. 120 quater del Testo Unico Bancario, l'Impegno "Trasferibilità dei dati del mutuo", che consente lo scambio elettronico delle informazioni tra le banche, è sospeso. Il nuovo obbligo per tutte le banche sostituisce l'impegno volontariamente assunto dalle banche aderenti al Consorzio Patti Chiari.