Che cos'è l’IBAN

L'IBAN (International Bank Account Number) è la coordinata bancaria internazionale che consente di identificare, in maniera standard, il conto corrente del beneficiario permettendo all'ordinante o alla banca di quest'ultimo di verificarne la correttezza grazie ai due caratteri di controllo.

La struttura dell'IBAN è basata sugli standard dettati dalla ECBS (European Committee for Banking Standards), mentre la sua lunghezza varia a seconda della nazione con un massimo di 34 caratteri alfanumerici; per l'Italia è fissata in 27 caratteri:
  • codice paese di due lettere, IT per l’Italia;
  • codice iban di 2 caratteri numerici di controllo internazionali;
  • codice bban di 1 carattere alfabetico di controllo nazionale (CIN);
  • 5 caratteri numerici per il codice ABI;
  • 5 caratteri numerici per il CAB;
  • 12 caratteri alfanumerici per il numero di conto.


Ecco alcuni esempi di IBAN nella loro rappresentazione cartacea che, in base agli standard, devono essere suddivisi per gruppi di quattro caratteri:

IBAN italiano IBAN IT17 X061 9537 3800 0000 1234 567
IBAN tedesco IBAN DE85 3703 0044 0053 2013 00
IBAN francese IBAN FR14 2005 1010 0505 0004 3M02 606

Sui bonifici tale coordinata va invece inserita omettendo l'acronimo IBAN ed inserendo la stringa senza spazi:

IBANIT17X0619537380000001234567

DE85370300440053201300

FR1420051010050500043M02606

Dal 1 marzo 2010 l’IBAN sostituisce definitivamente le tradizionali coordinate bancarie (ABI, CAB e conto) e deve essere obbligatoriamente indicato per l’invio delle disposizioni di bonifico. In mancanza dell'IBAN non sarà più possibile per la Banca eseguire i pagamenti richiesti.

I Codici IBAN dei conti Carilo sono indicati nell'estratto conto inviato periodicamente.

E' possibile richiedere (sottoscrivendo specifica adesione) a Carilo, tramite il servizio di internet banking, l'aggiornamento delle coordinate bancarie dei beneficiari dei propri pagamenti (servizio di Allineamento Elettronico dei codici IBAN).