Accordo per il Credito 2013

Il Gruppo bancario Banca delle Marche ha aderito all'Accordo per il Credito 2013 sottoscritto il 1° luglio scorso tra l'ABI e le Associazioni dei rappresentanti delle Imprese nell'ottica di dare continuità agli interventi previsti dalle Nuove Misure per il il Credito alle PMI e finalizzato a sostenere le imprese che, pur in difficoltà per effetto della crisi economica, presentano prospettive economiche di crescita e continuità.

Qui di seguito una sintesi del contenuto dell'Accordo per il Credito 2013

Interventi previsti dall'Accordo

Le piccole e medie imprese clienti del Gruppo bancario Banca delle Marche possono beneficiare delle seguenti misure:
  • sospensione per massimo 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti bancari a medio - lungo termine (prestiti chirografari e mutui ipotecari/fondiari), anche se agevolati (previa delibera di ammissione da parte dell'ente agevolante) o assistiti da una cambiale a garanzia, con conseguente allungamento del piano di ammortamento originario per il medesimo periodo di sospensione; tale misura può essere applicata anche alle aperture di credito in conto corrente con garanzia ipotecaria, concesse alle imprese del comparto edile, a condizione che la struttura finanziaria dell'operazione preveda un piano di rientro che identifichi le quote capitali e le quote interessi;
  • sospensione per massimo 12 mesi ovvero per massimo 6 mesi del pagamento della quota capitale implicita nei canoni di operazioni di leasing rispettivamente "immobiliare" e "mobiliare", con conseguente allungamento del piano di ammortamento originario per il medesimo periodo di sospensione;
  • allungamento della durata del piano di ammortamento dei prestiti chirografari (massimo 3 anni) e deimutui fondiari (massimo 4 anni); l'applicazione di tale misura può comportare l'incremento del tasso contrattuale per il periodo residuo di ammortamento del mutuo nel caso in cui l'impresa non realizzi un processo di rafforzamento patrimoniale o di aggregazione;
  • allungamento fino ad un massimo di 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa, con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili, relativi ad insoluti di pagamento che l'impresa ha registrato sui crediti anticipati dalla Banca. Sono invece esclusi dall'applicazione di tale misura gli anticipi sulle importazioni e sui contratti;
  • allungamento fino ad un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione, perfezionato con o senza cambiali;
  • possibilità di richiedere prestiti connessi ad operazioni realizzate da società di capitali finalizzate a rafforzare la propria struttura patrimoniale. La Banca, su esplicita richiesta dell'impresa, valuta la possibilità di concedere un finanziamento per l'aumento della patrimonializzazione pari al doppio dell'aumento di capitale proprio effettivamente versato dai soci.
Destinatari dell'Accordo - Requisiti di accesso
Possono presentare domanda per beneficiare degli interventi previsti dall'Accordo le piccole e medie imprese clienti del Gruppo bancario Banca delle Marche che soddisfano tutti i seguenti requisiti:
  • hanno in essere finanziamenti alla data del 30/06/2013;
  • non hanno già usufruito di analoghi interventi ai sensi delle precedenti iniziative promosse dall'ABI;
  • non hanno posizioni debitorie classificate dal Gruppo bancario Banca delle Marche come "sofferenze", "partite incagliate", "esposizioni ristrutturate" o "esposizioni scadute/sconfinanti" da oltre 90 giorni, né procedure esecutive in corso;
  • presentino idonea documentazione dalla quale sia verificabile la situazione di temporanea tensione finanziaria generata dalla congiuntura economica nonché elementi e documentazione che evidenzino prospettive di sviluppo o di continuità aziendale: a titolo di esempio portafoglio ordini, business plan, piani di ristrutturazione aziendale.
Validità dell'Accordo per il Credito 2013 
Gli interventi possono essere richiesti dalle piccole e medie imprese clienti del Gruppo bancario Banca delle Marche fino al 30/06/2014.

Richiesta da parte delle piccole e medie imprese clienti del Gruppo bancario Banca delle Marche
Per richiedere gli interventi di cui sopra è sufficiente presentarsi nelle Filiali del Gruppo bancario Banca delle Marche e compilare l'apposito modello.

Per maggiori informazioni:
Info: mutui@carilo.it