Emergenza terremoto Centro Italia

Carilo è oggi a fianco di chi ha subito danni a causa del terremoto che ha interessato il Centro Italia, per consolidare lo spirito di fiducia ed aiutare ad affrontare nuove sfide. Ecco le iniziative messe in campo da Carilo a sostegno di famiglie, imprese, piccoli artigiani e commercianti che caratterizzano il substrato sociale ed economico della nostra terra, della nostra comunità.

Sospensione automatica di iniziativa della Banca

Per sostenere i residenti e le imprese aventi sede legale o operativa nei comuni delle Marche, dell'Abruzzo, del Lazio e dell'Umbria colpiti dal sisma, è stata disposta la sospensione dei pagamenti dei mutui, finanziamenti e prestiti in essere al 24 agosto 2016. Ciò in base al  D.L. n. 189/2016 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 244 del 18/10/2016, che all'art. 48 ha stabilito, con riferirmento ai Comuni indicati nel decreto stesso, la sospensione ex lege fino al 31 dicembre 2016 del pagamento delle rate dei mutui e dei finanziamenti di qualsiasi genere, ivi incluse le operazioni di credito agrario di esercizio e di miglioramento e di credito ordinario, erogati dalle banche. 
Carilo ha stabilito di sospendere automaticamente le rate (quota capitale e quota interessi), insolute o non ancora scadute, in scadenza dal 24 agosto 2016 sino al 31 dicembre 2016, ovvero al successivo termine che dovesse essere prorogato da appositi provvedimenti normativi.
La sospensione del pagamento delle rate verrà applicata senza una richiesta specifica da parte dei soggetti residenti e delle imprese aventi sede legale in uno dei Comuni indicati dal provvedimento normativo.
Gli interessi contrattuali relativi al periodo di sospensione verranno ripartiti in quote costanti nelle rate residue del finanziamento. 
I Clienti che non desiderano usufruire della sospensione, possono richiedere in qualsiasi momento il ripristino del pagamento delle rate, contattando la Filiale di riferimento.

Qualora non intervenisse alcuna proroga del citato termine finale del 31.12.2016, Carilo manifesta sin da ora la disponibilità a valutare eventuali ulteriori periodi di differimento che il Cliente ritenga utili e che potrà richiedere presso qualsiasi nostra Filiale presente sul territorio.

Dettagli dell'iniziativa:

  • Destinatari
    Famiglie e Imprese, per mutui e altri finanziamenti
  • Come si applica la sospensione
    La sospensione del pagamento delle rate di mutui ed altri finanziamenti viene operata di iniziativa da parte della Banca, in favore di tutti i clienti con residenza o sede legale e/o operativa nei comuni individuati dal D.L. n. 189/2016 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 244 del 18/10/2016 e successivi aggiornamenti normativi visto il perdurare degli eventi sismici e l'allargamento dei Comuni interessati dal sisma.

    I finanziamenti concessi alla clientela avente residenza/sede in Comuni diversi da quelli riportati nel provvedimento normativo, ma intestataria di immobili distrutti o danneggiati ubicati nei predetti Comuni,  potranno essere sospesi ai sensi del Decreto a seguito di specifica richiesta che la clientela stessa può effettuare presso qualsiasi Filiale della Banca.
    Come previsto dal Decreto, la sospensione ex lege può essere applicata anche con riferimento a finanziamenti contratti da clientela avente immobili distrutti o danneggiati ubicati in altri Comuni delle Regioni interessate, diversi da quelli indicati nel suddetto elenco, su richiesta degli interessati che dimostrino il nesso di causalità tra i danni ivi verificatisi e gli eventi sismici del 24 agosto 2016.
  • Costi ed effetti della sospensione
    Durante il periodo di sospensione maturano gli "interessi di sospensione", calcolati al tasso contrattuale sul debito residuo in essere al momento della sospensione, che saranno imputati in quote costanti nelle successive rate a scadere alla ripresa dei pagamenti, secondo il piano di ammortamento originario. 
    Non sono previsti ulteriori oneri aggiuntivi (commissioni, spese, ecc.) a carico del cliente, né garanzie aggiuntive. Il piano di ammortamento originario subirà un allungamento per una durata pari all'intero periodo di sospensione goduto per effetto del provvedimento normativo sopra citato. Decorsa la scadenza dell'ultima rata sospesa, il rimborso del finanziamento riprenderà col pagamento delle rate con la periodicità stabilita in contratto.
  • Nel caso in cui il Cliente non desideri la sospensione
    Il Cliente ha la facoltà di non usufruire della sospensione, nel qual caso dovrà darne comunicazione scritta alla Banca, anche con apposito fac-simile disponibile presso tutte le Filiali e trasmesso ai Clienti interessati dall'iniziativa (clicca qui per ottenere il fac-simile). Qualora il Cliente informi la Banca con le modalità sopra indicate, di non voler usufruire o di voler interrompere la sospensione, il pagamento delle rate sarà ripristinato a partire dalla prima rata utile con scadenza successiva alla data di ricevimento della predetta comunicazione (che dovrà comunque pervenire almeno due giorni prima la data di scadenza della rata del piano di ammortamento originario che intende pagare).
  • Finanziamenti con rate pagate a mezzo MAV
    Nel caso in cui il rimborso delle rate del finanziamento avvenga attraverso bollettino MAV, laddove il Cliente intenda avvalersi della sospensione, non dovrà tener conto degli eventuali bollettini recapitati in relazione alle rate sospese.
  • Mutui e finanziamenti in corso di differimento o che già beneficiano di una sospensione dell'intera rata
    La sospensione di cui alla presente iniziativa non sarà applicata ai finanziamenti in corso di differimento (nessuna maturazione di rata per interessi o capitale) o già oggetto di sospensione dell'intera rata, in presenza di precedenti accordi con il cliente che non prevedono quindi alcuna scadenza rata nel periodo dal 24/08/2016 al 31/12/2016.

Raccolta fondi e supporto alle iniziative di solidarietà

Sosteniamo insieme i paesi colpiti dal terremoto aderendo all’iniziativa promossa dalla capogruppo Nuova Banca delle Marche. Anche tu puoi dare il tuo contributo, con un piccolo gesto. Effettua un bonifico nel conto corrente destinato alla raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del mese di ottobre 2016.
Conto corrente intestato a:
NUOVA BANCA MARCHE – POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA OTTOBRE 2016
(IBAN: IT48 Z060 5521 2010 0000 0015 000)


Il bonifico è gratuito, se effettuato presso qualsiasi filiale Carilo o online con il servizio Self Bank (disponibile anche in modalità precompilato, cliccando nel banner presente all'ingresso del servizio).

Inoltre Carilo garantisce la gratuità di tutti i bonifici effettuati a favore ONLUS o altri soggetti (es. Protezione Civile, Comuni colpiti dal sisma, etc...), che prevedono conti correnti dedicati alla raccolta fondi a favore della popolazioni colpite dal sisma